Una bella raccolta di disegni realizzati da bambine e bambini, una mostra in cui il rapporto del bambino con la natura, e in particolare gli alberi, è presentato per mezzo di tre linguaggi espressivi: il racconto, la poesia, la pittura.
Vedere gli alberi con gli occhi dei bambini è un invito che assume oggi un significato emblematico. La mostra, che è stata esposta in varie città italiane, è rivolta ai genitori, agli educatori, alle bambine e ai bambini e a tutti coloro che intendono capire e rispettare il mondo dell’infanzia e il mondo della natura.

La Mostra “ALBERI” è nata dalla collaborazione fra la “Casa delle Arti e del Gioco” e “Briciole di Neve”, Casa editrice di Guastalla (RE) che ha realizzato il catalogo in cui sono riprodotte tutte le opere, le poesie, e i racconti. Il testo curato integralmente da Mario Lodi, contiene anche un’ampia introduzione pedagogica e una bibliografia sull’Arte Infantile e sulla Natura.
Il testo del catalogo e il testo delle didascalie che accompagnano i quadri esposti presentano la traduzione in inglese.

Dalla presentazione di Mario Lodi

Vedere gli alberi con gli occhi e il pensiero dei bambini attraverso la poesia, l’immaginario infantile e la pittura illumina il cupo scenario della Terra devastata dall’uomo.
Milioni di anni fa, quando sulla Terra gli uomini non c’erano ancora, gli alberi esistevano già e preparavano l’ambiente adatto alla vita degli animali e degli uomini.
Gli antichi consideravano l’albero espressione dell’armonia e simbolo della vita che nasce, muore e risorge, quindi l’immagine dell’immortalità.
Le loro leggende narrano di alberi che hanno dato origine agli esseri umani.
Ma venne un tempo in cui, con incoscienza e indifferenza, si cominciò ad abbattere foreste e boschi per possedere terre e ricchezze, per commerciare, edificare, produrre energia.
Così venne infranto l’equilibrio della natura.
E fu il disastro: frane, smottamenti, alluvioni, desertificazione, morte.
I bambini di questo non hanno colpa. Hanno invece il diritto di nascere e di crescere in un mondo dove queste cose non accadano più.
La mostra è quindi un invito a entrare nel mondo ancora incontaminato dei bambini, a coglierne i valori che essi esprimono.
È un messaggio di amore per l’albero e la foresta e di riconciliazione dell’uomo con la natura.
È uno stimolo a costruire insieme, adulti e bambini, come urgente dovere, una concreta cultura di responsabilità, con scelte e comportamenti che tengano conto oggi degli effetti che avranno sulle generazioni a venire.

Mario Lodi, novembre 1998.

Esposizioni

La mostra è stata esposta in diverse città italiane.

Informazioni tecniche

Autore: Mario Lodi
Progetto: Cosetta Lodi, Casa delle Arti e del Gioco

La mostra può essere richiesta per un allestimento in spazi espositivi coperti, chiusi e dotati di sistema di allarme, attrezzati con sistemi di ancoraggio e illuminazione adeguati.
Dato il valore culturale ed artistico delle opere, si richiede che la mostra sia sorvegliata da un servizio di guardiania durante gli orari di apertura al pubblico.

È composta da:
32 opere, 9 pannelli esplicativi (f.to 40*40),
32 didascalie (f.to 15*15).
Formato minimo dei quadri cm 40 x 35.
Formato massimo dei quadri cm 231 x 111.
Tutte le opere sono incorniciate con vetro.
La mostra necessita di uno spazio espositivo di minimo 90 metri lineari.
Le didascalie dei quadri e il testo del catalogo presentano la traduzione inglese.

Per ulteriori informazioni e preventivi
info@casadelleartiedelgioco.it
cell 3292124933