Giocando s’impara

Il bambino impara giocando da quando nasce. I suoi strumenti sono i sensi, gli stessi strumenti che ebbe l’uomo nel lungo tempo che precede l’invenzione delle macchine: i sensi e la mente.
Il bambino con i sensi raccoglie i dati della realtà: i primi rumori, le forme, il tepore del seno materno, il sapore del latte, gli odori della casa, i colori, le voci, quell’insieme di sensazioni che prova nel mondo del quale a un certo punto scopre di far parte. Con la mente confronta, scopre, riflette, ricorda. Conserva le sensazioni in ripostigli segreti dove possono restare per tutta la vita. Il suo metodo è corretto perchè raccoglie dati, li confronta, li seleziona, formula ipotesi, le verifica, ricava sintesi eprocede nelle esperienze rimettendo tutto in discussione di fronte a dati nuovi, imprevisti.
Quando la sua finestra sul mondo non è solo la TV, può correre nel vento fra le erbe che lo pungono, mettere le mani nell’acqua, schiacciarsi le dita col martello, può fare insomma quelle esperienze dirette che lo aiutano a scoprire alcune leggi fisiche: la conduzione del calore, la forza di gravità, l’inerzia, il galleggiamento dei corpi e altri aspetti del mondo che lo circonda.

I giocattoli esposti in questa mostra sono stati scelti per restituire ai bambini la possibilità e il piacere di scoprire, giocando, concetti scientifici e abilità tecniche ampliando così la loro cultura.

Tratto dalla introduzione del catalogo “La scienza in altalena”

Esposizioni

Questa mostra è stata richiesta per allestimenti da numerose scuole, biblioteche e altre strutture educative. E’ stata esposta alla “Città dei bambini” di Napoli, al CIS (Centro dell’Immaginario Scientifico) di Trieste, all’Università “La Bicocca” di Milano, al “Museo Del Patrimonio Industriale” di Bologna e alla “Città dei bambini” di Genova nell’ambito del “Festival della Scienza”.

Il catalogo

Il catalogo della mostra “La scienza in altalena” (Ed. Editoriale Scienza) riporta le schede per la costruzione dei giocattoli e i concetti scientifici che stanno alla loro base. Acquistalo nella sezione shop.

Informazioni tecniche

Materiali forniti
Piani di esposizione: 22 parallelepipedi smontabili grandi, di compensato marino
11 parallelepipedi piu’ piccoli
Giocattoli
12 Roll-up con i testi di presentazione delle singole sezioni.
1 cassetta con l’attrezzatura minima per il montaggio, l’eventuale riparazione dei giocattoli e materiale di ricambio.
Per le operazioni di montaggio e smontaggio non sono richieste particolari abilità.

Lo spazio espositivo minimo è di 40 metri lineari, potrebbe essere un grande salone o vari locali comunicanti.

Maggiori informazioni nella scheda allegata

Avviso: La mostra non è attualmente disponibile, per giocattoli in fase di restauro.

Per ulteriori informazioni
info@casadelleartiedelgioco.it
cell 3292124933